Leda e il cigno stellato, l’inganno di Zeus. Video storia, tra origami, mitologia e le stelle

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

Il video

Origami a cura di Mariana Fiore
Adattamento e voce di Gaetano Marino

Leda e il cigno stelalto. L’inganno di Zeus.
Ai piedi delle montagne del Peloponneso scorreva l’Europa, il fiume del roseo alloro. Al calar del giorno, Leda, la splendida moglie del re di Sparta, amava sdraiarsi sulle sue rive. Bisogna dir che quel posto era incantevole e invitava a sognare ad occhi aperti. Quel giorno Leda Oziava. Il suo corpo era abbandonato sull’erba. Dalla sommità dell’Olimpo Zeus la vide e se ne invaghì. Voleva andare da lei, ma come, senza spaventarla? Zeus, maestro delle metamorfosi, ebbe un’idea: si sarebbe trasformato in cigno, un povero cigno inseguito da un’acquila… E Afrodite, la dea dell’amore, avrebbe impersonat un temibile rapace…

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

Europa, il rapimento. Video storia tra origami, mitologia e le stelle

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

Il video

Origami a cura di Mariana Fiore
Adattamento e voce di Gaetano Marino

Europa, il rapimento.
Un mattino, mentre osservava la terra dall’alto del cielo, Zeus assistette a un delizioso spettacolo. Europa, l’incantevole figlia del re di Fenicia, coglieva fiori sui pascoli del mare, nel punto in cui passavano gli armenti di suo padre.
Europa era attorniata dalle sue ancelle, e quel gruppo di ragzze che ridevano, saltavano, danzavano e intrecciano corone di fiori formava un quadretto idilliaco.
Ma, fra tutte quelle giovani, Europa era senz’altro la più seducente.
Afrodite dea dell’amore fece segno a suo figlio eros di colpire il signore degli dei con una delle sue solite frecce, la freccia dell’amore appunto.
Da quel momento Zeus ebbe occhi soltanto per Europa e deciso che avrebbe fatto immediatamente visita a quella dolce e tenera creatura. Per fortuna sua moglie, la gelosa Era, non si trovava nei paraggi. Ma non per questo Zeus si sentiva al sicuro. E così, per sedurre Europa, Zeus ebbe l’idea di trasformarsi in un animale della mandria. Prese le sembianze di un toro, un magnifico animale nobile e allo stesso tempo notato di una incredibile dolcezza.

La bella principessa dai capelli d’oro, una video fiaba di Marie-Catherine, Baronessa d’Aulnoy

sostieni Parole di Storie con una libera donazione


Illustrazioni di Anna Maria Pisano
Adattamento e voce di Gaetano Marino

ascolta audio podcast mp3

sostieni Parole di Storie con una libera donazione

Storia di Arione e di un delfino. Video storia tra mitologia e origami

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

il video

Origami a cura di Mariana Fiore
Adattamento e voce di Gaetano Marino

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

Artemide innamorata, video storia tra mitologia e origami

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

il video

Artemide, era la divinità della caccia, figlia di Zeus e gemella del dio Apollo. Ella aveva scelto di vivere nei boschi sacri, con i suoi animali e le sue ninfe devote. La purezza e la castità erano il loro giuramento, mai si sarebbero innamorate di un uomo.
Ma una notte accadde qualcosa. Mentre la dea Artemide sorvolava i boschi con il suo carro di luna, vide da lontano il cacciatore Orione. Un uomo forte e abile. Il guaio fu che la dea vide il sorriso di quell’uomo, e d’improvviso sentì il proprio cuore battere forte forte. Così forte da levarle il respiro, e fece quel che mai avrebbe pensato di fare: si mostrò al giovane cacciatore.

Origami a cura di Mariana Fiore
Adattamento e voce di Gaetano Marino

Sostieni Parle di Storie con una libera donazione 

L’usignolo e la rosa, una video fiaba di Oscar Wilde

sostieni Parole di Storie con una libera donazione



messa in voce di Gaetano Marino
illustrazioni di Fabrizio Antonio Ibba


sostieni Parole di Storie con una libera donazione

Dal grande Kaos al trono di Zeus – Dei e miti dall’antica Grecia

sostieni Parole di Storie con una libera donazione

Il video 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino, e con l’amichevole partecipazione di Galìcaro Da Mapefòsca.
Dal Kaos disordine, il nulla, alla nascita dell’universo, il cielo azzurro, Urano, e venne la terra Gea. Nel loro abbraccio diedero vita e forma ai primi figli dalle cinquanta teste, e dalle cento braccia, gli Ecatonchiri, poi vennero i Ciclopi, creature con un solo occhio, giganti e irascibili. Infine il Tartaro, l’inferno sprofondato al centro della terra.
Vedremo Crono e il ferimento del padre Urano, la nascita segreta di Zeus, lo stomaco ingordo di Crono e il tradimento di Rea per salvare il figlio. Le straordinarie doti di Zeus, Ade, Poseidone, la guerra tra padre e figli, la maga Metide e i suoi intrugli. La nascita di Atena. Zeus finalmente sul trono.

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino, e con l’amichevole partecipazione di Galìcaro Da Mapefòsca.

sostieni Parole di Storie con una libera donazione