Il cervo e altre storie. Favole di Esopo

sostieni Parole di Storie con una libera donazione

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Un cervo si avvicinò al fiume per bere, vide nell’acqua la sua immagine e prese a rallegrarsi delle sue corna, così grandi e ramose; ma quando si guardò le zampe disse: – Ma come sono esili e malfatte le mie zampe! A un tratto salta fuori un leone e si slancia contro il cervo. Il cervo si precipita al galoppo per la pianura. Riesce a sfuggire al leone, ma quando s’inoltra nel bosco, s’impiglia con le corna nei cespugli, e il leone lo acchiappa. Mentre sta per morire il cervo dice: – Sciocco che ero! Quelle zampe che credevo esili e brutte mi hanno salvato, e le corna di cui tanto mi rallegravo mi hanno perduto. […]

 

Sostieni Parole di Storie con una libera donazione

seguiciFacebooktwitterinstagramFacebooktwitterinstagramby feather
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *