La coda del serpente e altre storie. Favole di Esopo

sostieni Parole di Storie con una libera donazione

Traduzione di Patrizia Mureddu – Messa in voce di Gaetano Marino

Un giorno la coda del serpente decise che toccava a lei andare avanti e far da guida. Il resto del corpo le diceva: “Ma se non hai occhi e naso come tutti gli animali, come potrai dirigerci?”. Ma non la persuasero, e la ragione fu sconfitta.

sostieni Parole di Storie con una libera donazione

seguiciFacebooktwitterinstagramFacebooktwitterinstagramby feather
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *