Ucceltrovato, una fiaba dei fratelli Grimm

Ucceltrovato, una fiaba dei fratelli Grimm
Dai un tuo giudizio

Una fiaba adottata dall’Amministrazione Comunale di Pula

Con il sostegno dell’Amministrazione Comunale di Pula – Assessorati alla Pubblica Istruzione e Cultura – in qualità di Genitore Adottivo.

adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un guardaboschi che andò a caccia nella foresta e, come vi giunse, gli sembrò di sentir gridare un bambino piccolo. Seguì la direzione delle grida e giunse infine a un grande albero sul quale vi era un piccino. La madre si era addormentata con il bambino in grembo ai piedi dell’albero e un uccello rapace l’aveva visto, gli era piombato addosso e, presolo nel becco, l’aveva portato sull’albero. Il guardaboschi salì a prenderlo e pensò: “Porterai il bambino a casa e lo alleverai insieme alla tua Lena-. Lo portò a casa e i due bambini crebbero insieme. Ma quello che avevano trovato sull’albero e che era stato rapito da un uccello fu chiamato Ucceltrovato. […]

Con il sostegno di

Un viaggio alla riscoperta di autori e personaggi straordinari, da sempre presenti nelle fiabe del mondo classico. L’Amministrazione Comunale di Pula ha accolto il nostro invito, in qualità di Genitore Adottivo, con un prezioso sostegno al percorso divulgativo di letture ad alta voce. Un programma condotto e realizzato dalla nostra web side story paroledistorie.net

Parole di Storie è un progetto di ascolto libero e gratuito (podcast) dedicato alle famiglie e a chi ha ancora desiderio di ascoltare storie fantastiche.

 

*** ADOTTA ANCHE TU UNA STORIA ORFANELLA

sostieni Parole di Storie con una libera donazione 

seguiciFacebooktwitteryoutubeinstagramFacebooktwitteryoutubeinstagramby feather

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica alla moderna e contemporanea. Qui puoi ascoltare liberamente le nostre storie, e se poi lo desideri puoi prendere quelle che preferisci e portarle via con te, gratuitamente. Come un di più, per amore della leggerezza.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *