La donnola e il gallo. Una favola di Esopo

La donnola e il gallo. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 1:54
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Una donnola aveva preso un gallo e cercava un pretesto plausibile per mangiarselo.
Cominciò allora ad accusarlo di essere molesto agli uomini, perché cantando non li lasciava dormire.
Ma il gallo si difendeva affermando che lo faceva nel loro interesse, affinché si svegliassero per attendere alle faccende quotidiane.
E lo accusava di violare le leggi di natura, accoppiandosi con sua madre e le sue sorelle.
Ma egli asseriva che anche questo lo faceva nell’interesse del padrone, perché così le galline facevano molte uova.
Allora la donnola esclamò:

  • Sì, certo, sai trovare delle belle giustificazioni. Ma io non voglio per questo rimanere a bocca asciutta!
    E se lo mangiò, tutto.

Gli uomini di indole malvagia, quando decidono di far del male a qualcuno, se non riescono a trovare una ragione plausibile, agiscono comunque in modo criminale e apertamente.

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica a quella moderna e contemporanea.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *