Su contu de sa perredda e‘ s’ava – una fiaba popolare in Limba Bittese

Su contu de sa perredda e‘ s’ava – una fiaba popolare in Limba Bittese
Fiabe classiche e moderne d'altri s...

 
 
00:00 / 5:20
 
1X
 

Scritta e messa in voce da Natalino Piras – Limba Bitti (NU)

Ascolta la versione in Lingua Italiana scritta e messa in voce da Natalino Piras

Una via b’aiat unu prate chirca chi essitu dae cumbentu in d’una domo l’ana datu una perredda ‘e ava.
Su prate nche la ghettat a intro de sa bertula e si ponet torra in viaggiu.
Camina camina, arrivat a un’atera domo e tocchedat a sa janna. L’at abertu una ziedda vezza, tottu torta e chin sa gobba.
“A mi la tentates custa perredda ‘e ava?” dimannat su prate.
“Lassatela in cue, in sa preta ‘e s’iscala, chi poi da esso a la remonire”.
Su prate lassat sa perredda ‘e s’ava e zucat.
Capitat però chi sa pudda ‘e sa ziedda, s’unica chi baiat, si mannicat sa perredda ‘e s’ava.
Torrat su torrat su prate e cheret sa perredda ‘e s’ava.
“Si l’at mannicata sa pudda.”
“Ah, gai este? E tanno sa perredda ‘e s’ava o sa pudda. o sa perredda ‘e s’ava o sa pudda”.
E gai su prate si n’at apitu sa pudda.
Sichit in sa chirca e camina camina arrivat a un’atera domo.
Toc-toc. “A mi la tentates sa puddla?” […]

Natalino Piras (Bitti 1951) laureato in lettere con una tesi sui personaggi narrati da Sciascia, è bibliotecario nel Consorzio per la pubblica lettura “Sebastiano Satta” a Nuoro. Tra i suoi libri: Il tradimento del mago (1986), La Sardegna dei sortilegi (2004), Brujas (2006), Pitzinnos Pastores Partigianos eravamo insieme sbandati (2012). Ha un profilo facebook e dal 2010 cura quotidianamente il sito Nella terra sospesa www.natalinopiras.it

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica a quella moderna e contemporanea.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. giovanni(Nenneddu) Ligios

    si ti ammentas su contu de Pulichitedda coro ‘e mama ( un prologo a Alla fiwera dell’est di Branduardi), salute Natalinlu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *