Su contu de sa perredda e‘ s’ava (Il racconto di metà fava). Una fiaba dalla Sardegna. Versione il lingua sarda (Bitti)

Scritta e messa in voce da Natalino Piras

Natalino Piras (Bitti 1951) laureato in lettere con una tesi sui personaggi narrati da Sciascia, è bibliotecario nel Consorzio per la pubblica lettura “Sebastiano Satta” a Nuoro. Tra i suoi libri: Il tradimento del mago (1986), La Sardegna dei sortilegi (2004), Brujas (2006), Pitzinnos Pastores Partigianos eravamo insieme sbandati (2012). Ha un profilo facebook e dal 2010 cura quotidianamente il sito Nella terra sospesa www.natalinopiras.it

Una via b’aiat unu prate chirca chi essitu dae cumbentu in d’una domo l’ana datu una perredda ‘e ava.
Su prate nche la ghettat a intro de sa bertula e si ponet torra in viaggiu.
Camina camina, arrivat a un’atera domo e tocchedat a sa janna. L’at abertu una ziedda vezza, tottu torta e chin sa gobba.
“A mi la tentates custa perredda ‘e ava?” dimannat su prate.
“Lassatela in cue, in sa preta ‘e s’iscala, chi poi da esso a la remonire”.
Su prate lassat sa perredda ‘e s’ava e zucat.
Capitat però chi sa pudda ‘e sa ziedda, s’unica chi baiat, si mannicat sa perredda ‘e s’ava.
Torrat su torrat su prate e cheret sa perredda ‘e s’ava.
“Si l’at mannicata sa pudda.”
“Ah, gai este? E tanno sa perredda ‘e s’ava o sa pudda. o sa perredda ‘e s’ava o sa pudda”.
E gai su prate si n’at apitu sa pudda.
Sichit in sa chirca e camina camina arrivat a un’atera domo.
Toc-toc. “A mi la tentates sa puddla?” […]

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica a quella moderna e contemporanea.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. giovanni(Nenneddu) Ligios

    si ti ammentas su contu de Pulichitedda coro ‘e mama ( un prologo a Alla fiwera dell’est di Branduardi), salute Natalinlu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *