Su pizzinnu chi non cheriat creschere Il bambino che non voleva crescere). Una fiaba dalla Sardegna. Versione in lingua sarda (Nuoro)

Scritta da Maria Teresa Pinna Catte. Messa in voce di Tonino Mesina

Cosomeddu aiat belle chimb’annos, ma non cheriat caminare, nen currere, nen brinchiare… e non cheriat nemmancu andare a iscola, ca nabat chi issu fit minoreddu. Li piachiat a istare in brazzos a sa mama o in sa chillia de sa sorrichedda naschia dae pacu.
Sa mama lu carinnabat e lu teniat in sa coda a li fachere “duru-duru”, ma non lu podiat picare prus in brazzos a lu ninniare, ca fit pesante. Fit mannittu commo e fit tempus de jocare chin atteros pizzinnos!
Unu sero chi Cosomeddu pranghiat ca si cheriat ninniau a su postu de sa sorrichedda si l’est accurziau unu soriche birde chi l’at nau: “Ite lastima chi no ischis caminare! Appo accattau un’iscusorju… chin-d una preda mazica chi ti dat tottu su chi ti bisonzat… ma b’at de caminare pro arribare a cussu locu!”. […]

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica a quella moderna e contemporanea.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *