Il lupo e il pastore. Una favola di Esopo

Il lupo e il pastore. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 3:29
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Un lupo che non aveva avuto molta buona sorte nell’andare a caccia di agnellini e che non mandava giù nulla da tanti giorni, studiò una furba soluzione per sfamarsi. Si avvicinò lento lento ad un gregge mentre il pastore e il cane riposavano nel sonno. Rubò il pastrano, il cappello e il bastone del pastore, e si travestì così da sembrare proprio il pastore vero e poter condurre con se le pecore, per poi mangiarsele al tempo suo, e con il suo comodo.
-Bene, bene- disse il lupo – con questa furbata idea farò un colpo di cui parleranno per tantissimo tempo. Avrò da mangiare in abbondanza e non dovrò correre di qua e di là come ho fatto fino ad ora, sgobbando per niente.
Intanto osservava felice che il vero pastore e il cane continuavano a dormire intensamente e si immaginava già nella sua tana con la pancia soddisfatta.
Si avvicinò ancora di più al gregge e gli venne in mente che per assomigliare ancora di più al pastore doveva imitarne pure la voce. Ci provò, ma invece della voce del pastore gli uscì un ululato spaventoso, che svegliò insieme al gregge, pure il vero pastore e il cane fedele: gli era andata male! In un momento il pastore e il cane gli furono sopra, e gli diedero tante legnate da lasciarlo moribondi quasi. Con la coda tra le gambe, ferito e più affamato di prima il lupo se ne tornò alla tana:
-Volevo fare il furbastro, ma non m’è venuto bene. Sono nato lupo e credevo di poter essere pastore. Bisogna rassegnarsi ad essere quello che si è: sono un lupo ed è meglio che faccia il lupo.

A volte è meglio restare a volte con lo stomaco vuoto, affamato, piuttosto che prendere tante legnate.

Informazioni su parole di storie

Web Side Story - Fiabe, Favole, Leggende, Mitologia, messe in voce per tutti. Podcast. Letture ad alta voce, dalla letteratura classica a quella moderna e contemporanea.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *