L’Odissea. Il viaggio del ritorno. Da Omero. Mitologia

L’Odissea. Il viaggio del ritorno. Da Omero. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 1:08:56
 
1X
 

Scritto e messo in voce da Gaetano Marino

La guerra era finita da anni. La città di Troia era stata espugnata, e il suo destino s’era compiuto. Gli Achei, con il loro bottino di guerra, erano tornati in patria. Solo Odisseo, l’astuto re di Itaca, non aveva ancora concluso il viaggio del ritorno. Nella lontana isola Ogigia egli era trattenuto dalla bella ninfa Calipso, decisa a volerne fare il suo sposo. Ma l’eroe si consumava nella nostalgia della moglie Penelope, del figlio Telemaco, e della patria. Fino a quando gli dèi stabilirono che le pene di Odisseo dovevano finire. Ermes, il dio messaggero dell’Olimpo, fu inviato da Calipso, con l’ordine di lasciar ripartire Odisseo verso la sua patria. […]

L’Iliade. Quei cinquantuno giorni della Guerra di Troia. Da Omero. Mitologia

L’Iliade. Quei cinquantuno giorni della Guerra di Troia. Da Omero. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 50:37
 
1X
 

Scritto e messo in voce da Gaetano Marino

Trascorsero dieci anni di battaglie sanguinose e gli Achei erano ancora sotto le mura di Troia; la città sembrava imprendibile. Nessuno poteva dichiarasi vincitore. Un giorno, dopo una battaglia, un vecchio sacerdote di Apollo giunse al campo acheo: recava dei doni preziosi. Era Crise, il padre di una fanciulla che il generale supremo acheo, Agamennone, aveva fatto prigioniera. Il sacerdote di Apollo implorò la restituzione della figlia Criseide in cambio dei ricchi doni che aveva portato con se. Ma Agamennone respinse con violenza il vecchio Crise minacciandolo di morte. Crise, una volta fuori dal campo Acheo, si recò in riva al mare ad implorare vendetta al dio Apollo. Il dio accolse la supplica del suo sacerdote, e per nove giorni scagliò le sue frecce infuocate contro il campo acheo: ogni dardo portò la morte nera in quasi tutto campo degli Achei. […]

La prigione di Cristallo. Una fiaba dei fratelli Grimm

La prigione di Cristallo. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 16:31
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un sarto che se ne andava in giro per un grande bosco sconosciuto, nessuno ha mai saputo come ci fosse arrivato, ma questo poco importa. Il povero sarto aveva perso la strada, come sempre accade quando ci si ritrova in un bosco sconosciuto. Poi giunse la notte e come sempre accade nei boschi sconosciuti la paura ebbe il sopravvento. Così che al sarto non restò che cercare un posto protetto dove dormire. Egli temeva le belve feroci, e dovette rassegnarsi a trascorrere la notte su una quercia. […]

BiancaNeve e i Sette Nani, una fiaba dei fratelli Grimm

BiancaNeve e i Sette Nani, una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 20:57
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta una regina buona e gentile, che stava seduta accanto a una finestra mentre ricamava una veste di seta. Fuori c’era l’inverno e nevicava tanto. Mentre cuciva il ricamo la regina sollevò gli occhi per ammirare i fiocchi di neve che cadevano come se fossero piume d’argento, ma d’improvviso: “ ahi!” si punse un dito. Subito tre gocce di sangue scivolarono sulla neve. Il rosso del sangue era così bello che la regina pensò: “Oh, se potessi avere una figliuola bianca come la neve, dalle labbra rosse come il sangue e con i capelli neri come la notte!” […]

La vecchia nel bosco. Una fiaba dei fratelli Grimm

La vecchia nel bosco. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 9:19
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è vecchia-bosco-600.jpg

C’era una volta una povera servetta che attraversava un gran bosco con i suoi padroni. Quando vi si trovarono in mezzo, dal fitto della boscaglia sbucarono dei briganti e uccisero tutti quelli che trovarono. Così perirono tutti quanti, meno la fanciulla, che era saltata fuori dalla carrozza e si era nascosta dietro un albero. Quando i briganti se ne furono andati con il bottino, ella si avvicinò e vide quella grande sventura. Allora si mise a piangere amaramente e disse: “Misera me, che farò mai? Non so come fare a uscire dal bosco, qui non ci sono case, e io morirò certo di fame!.” Andò qua e là cercando una via, ma non riuscì a trovarla. […]

Il giocatore perseguitato dalla fortuna. Una fiaba di Gaetano Marino. * da 8 anni

Il giocatore perseguitato dalla fortuna. Una fiaba di Gaetano Marino. * da 8 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 23:09
 
1X
 

Scritta e messa in voce da Gaetano Marino
* da 8 anni

Tanto e tanto tempo fa, in un villaggio di dove non si sa, viveva un uomo assai fortunato nel gioco. Egli era un abile giocatore di carte, tanto capace che nessuno riusciva a batterlo. Ma poi il destino mutò la sua trama, la ruota girò e la fortuna divenne la sua rovina. Quell’uomo si chiamava Galìcaro, e non aveva famiglia. Ogni giorno stava sempre all’Osteria del suo villaggio, chiamata “La tana dell’Orso sdentato”, in attesa che qualche ardito giocatore volesse fare qualche partita di carte con lui. […]

  • da 8 anni

Tra questo e quello ci stava Knoist e i suoi tre figli – una strana fiaba tratta dai fratelli Grimm

Tra questo e quello ci stava Knoist e i suoi tre figli – una strana fiaba tratta dai fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 6:10
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] Insomma, quest’uomo della landa, con o senza mutanda, si chiamava Knoist, e aveva tre figli. Che non sono due e nemmeno uno, sia chiaro e circoscritto, ma tre figli li teneva, ne sono sicuro. Dove li tenesse, questo non è ci è dato saperlo, o dove essi stessero non mi ricordo. Tutto accade in una notte dove il tempo non aveva più tempo, e se ne andava per i fatti suoi nella landa. […]

Babilonia. Il mito delle stagioni. Mitologia

Babilonia. Il mito delle stagioni. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 17:57
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

In Babilonia nasce uno dei più antichi e più affascinanti miti, fra i tanti, che raffigurano la comparsa e l’alternarsi delle stagioni. Essi si ispirano al mistero della vita, quando essa si risveglia a primavera dopo il sonno invernale. È questo il mito di Tammuz e della sua dolce sposa, Istar, la dea dell’amore. […]

Eaco, il re saggio. Discendente di Asopo, il dio del fiume. Mitologia

Eaco, il re saggio. Discendente di Asopo, il dio del fiume. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 16:58
 
1X
 

Scritto e messo in voce da Gaetano Marino

Nell’antica Grecia della Beozia meridionale scorrevano abbondanti e impetuosi fiumi d’acqua. Il loro dio, Asopo, figlio di Oceano e di Teti, aveva sposato Metope, figlia del fiume Ladone, dalla quale ebbe due, o dodici, o forse venti figlie. Alcune di queste fanciulle furono rapite e violentate in varie occasioni da Zeus, Poseidone o Apollo, e quando sparì anche Egina, la ninfa più giovane di tutte, e sorella gemella di Tebe, una delle vittime di Zeus, Asopo si mise alla ricerca di lei. […]

I tre figli della fortuna. Una fiaba dei fratelli Grimm

I tre figli della fortuna. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 10:46
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Una volta un padre chiamò a se i suoi tre figli. Al primo regalò un gallo, al secondo una falce e al terzo un gatto. – Miei cari figliuoli, sono già vecchio – disse – e presto mi addormenterò per sempre. Prima del lungo sonno voglio provvedere a voi. Denaro non ne ho, e ciò che vi ho dato adesso sembra aver poco valore; in realtà non avete che da usarlo con giudizio: cercate un paese dove queste cose siano ancora sconosciute e sarà la vostra fortuna. […]

Babilonia. La nascita degli dei e l’origine del mondo. Mitologia

Babilonia. La nascita degli dei e l’origine del mondo. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 25:12
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Siamo in Asia, e precisamente nell’Asia Anteriore, quella più vicina all’Europa, là dove due enormi fiumi, l’Eufrate e il Tigri, racchiudono una vasta regione che fu chiamata dagli antichi Greci Mesopotamia. Babilonia, la più celebre città di questo territorio nei tempi antichi, fu per molto tempo la parte più ricca e civile di tutto il paese.
Ma la terra di Babilonia è importante anche per un’altra ragione: può essere considerata la culla della nostra civiltà europea. Là forse fu inventata la scrittura, furono creati i primi canti, sorsero i primi miti.
I primi abitatori di questa terra, i Sùmeri, erano poeti nati, e ci hanno lasciato uno dei più antichi poemi giunti fino a noi, in cui è narrato il mito delle origini del mondo.

Il riccio e la capretta, una fiaba di Lucia Becchere

Il riccio e la capretta, una fiaba di Lucia Becchere
Fiabe

 
 
00:00 / 9:55
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

La bellissima capretta Cassiopea viveva in un cortile al centro del paese. Dall’alba al tramonto si inerpicava sulle colline d’intorno alla ricerca di tenere foglie e giovani virgulti in compagnia di altre caprette. Cassiopea era fra tutte la più bella ma anche la più triste perché di notte nessuno le teneva compagnia e le coccole della sua padrona non bastavano alla sua solitudine. Una notte la dolce Cassiopea sognò prati rigogliosi e verdi colline, il vento diffondeva melodie, il cielo era coperto di stelle, la luna si specchiava sul mare e la capretta si sentì immensamente felice. Ad un tratto avvertì una presenza e si svegliò. Con grande sorpresa vide accanto a se un riccio che strofinava il musetto appuntito contro la sue zampette. […]

Era, signora dell’Olimpo e moglie dell’ingannevole Zeus. Mitologia

Era, signora dell’Olimpo e moglie dell’ingannevole Zeus. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 11:25
 
1X
 

Scritto e messo in voce da Gaetano Marino

Era, la signora dell’Olimpo e moglie di Zeus, figlia del Titano Crono e della Titanide Rea, nacque nell’isola di Samo o, come altri dicono, ad Argo. Le Stagioni furono le nutrici della piccola Era. Zeus, fratello gemello di Era, dopo aver sconfitto il padre Crono, raggiunse la sorella a Cnosso, nell’isola di Creta, dove la corteggiò. Era però, non desiderava essere amata da Zeus perché sapeva a quale vita triste di tradimenti, disonore e ingiustizie sarebbe stata destinata. Ma poi cadde nell’inganno, uno dei tanti, perpetrati da Zeus, avendo compassione del figlio di Crono quando si presentò sotto le sembianze di un cucùlo infreddolito. Era, mossa a compassione e travolta dal sentimento materno, accolse il povero uccello sul proprio seno, e lo riscaldò. Fu allora che Zeus riprese il suo aspetto e senza indugi.[…]

La Strega del Fiume e la Vecchina del Monte. Una fiaba dai fratelli Grimm. * dai 10 anni

La Strega del Fiume e la Vecchina del Monte. Una fiaba dai fratelli Grimm. * dai 10 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 22:39
 
1X
 

Scritta e messa in voce da Gaetano Marino

* Dai 10 anni in su

Una volta c’era, nell’isola di Sardegna, un mugnaio che viveva felice con la propria moglie. Il loro mulino era tra i più richiesti. Venne poi il giorno in cui la disgrazia avvolse avvolse la loro casa: la grande ruota si sbriciolò d’improvviso, come fosse rosa dai tarli, riducendola in segatura, e scomparendo trascinata dalla corrente del fiume. In breve i due persero tutto quel che avevano accumulato in tanti anni di sacrifici.[…]

Canto d’amore d’un Giardiniere dei Sogni. Una fiaba di Gaetano Marino. * dai 10 anni

Canto d’amore d’un Giardiniere dei Sogni. Una fiaba di Gaetano Marino. * dai 10 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 18:48
 
1X
 

Messa in voce di Gaetano Marino
* dai dieci anni

C’era una volta, in un lontano villaggio immerso al centro di un isola, una giovane fanciulla di nome Arehia. La sua bellezza era cosi rara e luminosa da far vergognare persino il sole. Arehia era figlia unica, e i suoi genitori vivevano con la felicità nel cuore, seppure una figlia così preziosa poteva essere motivo di tanta apprensione. Essi temevano che una qualsiasi sventura avrebbe potuto turbare la felicità della famiglia, per questo motivo Arehia era sempre vissuta protetta nella grande casa, come fosse un gioiello fragile custodito in un forziere.[…]

La scrofa e la cagna che si insultavano. Una favola di Esopo

La scrofa e la cagna che si insultavano. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:12
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

La favola mostra come un abile parlatore possa astutamente mutare in elogi gli insulti ricevuti dai nemici.

Il ragazzo e il leone dipinto. Una favola di Esopo

Il ragazzo e il leone dipinto. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:53
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Questa favola di Esopo ci insegna che nessuno può sfuggire al proprio destino.

Il topo e la rana. Una favola di Esopo

Il topo e la rana. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:08
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Quando si decide di legarsi a qualcuno con un vincolo d’amore o di amicizia bisogna ricordare che ogni persona ha esigenze diverse dall’altra ed è il più possibile necessario assecondare i desideri di entrambi

L’ammalto e il medico. Una favola di Esopo

L’ammalto e il medico. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:06
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Così molte volte gli uomini sono ritenuti felici dagli altri erroneamente e superficialmente per qualche fatto che nel loro intimo è invece causa delle più gravi sofferenze

Due ragazzi e il macellaio. Una favola di Esopo

Due ragazzi e il macellaio. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 1:49
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

I falsi giuramenti non smetteranno mai di essere tali anche se sembrreranno essere veri

Il naufrago e il mare. Una favola di Esopo

Il naufrago e il mare. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:13
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Così dunque bisogna che anche noi, quando subiamo ingiustizie, non accusiamo quelli che le operano, se sono stati comandati da altri, bensì coloro che hanno ordinato tali ingiustizie.

Lo scoiattolo e il lupo. Una favola di Esopo

Lo scoiattolo e il lupo. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 1:57
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

lo scoiattolo si arrampicò sull’albero e dall’alto gli disse: – Tu sei triste e annoiato, perché sei cattivo. La tua cattiveria ti brucia il cuore. Invece noi siamo felici, perché siamo buoni e non facciamo del male a nessuno.

Lo scherzo del pastore povero. Una favola di Esopo

Lo scherzo del pastore povero. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 3:17
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Chi mente sempre non è più creduto anche quando dice la verità

Il gallo del tetto e il gallo del pollaio. Una fiaba di Christian Andersen

Il gallo del tetto e il gallo del pollaio. Una fiaba di Christian Andersen
Fiabe

 
 
00:00 / 7:29
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Con l’amichevole voce della piccola Marta

“Così si nasce. Non tutti possono nascere cetrioli, ci devono anche essere altre specie viventi! Galline, anatre e tutti gli animali del cortile vicino sono pure creature, il gallo del pollaio, che io vedo sulla staccionata, ha naturalmente tutta un’altra importanza del gallo del tetto, che è messo così in alto e che non può neppure cigolare, tanto meno cantare! Quello non ha né galline né pulcini, pensa solo a se stesso e suda fino a diventare verderame! No, il gallo del pollaio, quello sì che è un gallo! Se lo vedi camminare, danza. Se lo senti cantare, quella è musica. Quando arriva lui si capisce cosa vuol dire essere un trombettiere”.

La Margheritina. Una fiaba di Christian Andersen

La Margheritina. Una fiaba di Christian Andersen
Fiabe

 
 
00:00 / 17:03
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Laggiù in campagna, vicino alla strada, si trovava una villa, l’hai certamente vista qualche volta. Proprio davanti c’è un giardinetto con vari fiori e un cancello dipinto; vicino al fossato, in mezzo a un bel prato verde, era cresciuta una margheritina. […]

Pelle d’Asino. Una fiaba di Charles Perrault. *dai 10 anni

Pelle d’Asino. Una fiaba di Charles Perrault. *dai 10 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 21:26
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un re che aveva una moglie dai capelli d’oro e così bella che sulla terra non ce n’era un’altra come lei. Accadde un giorno che la regina si ammalò e, accorgendosi di morire, chiamò il re e gli disse: – Mi devi promettere che, se riprenderai moglie, sposerai solo una donna che sia bella come me e che abbia i capelli d’oro come i miei. […]

Barbablù. Una fiaba di Charles Perrault. * dai 10 anni

Barbablù. Una fiaba di Charles Perrault. * dai 10 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 18:50
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un uomo che aveva case bellissime in città e in campagna, vasellame d’oro e d’argento, suppellettili ricamate e berline tutte d’oro; ma, per sua disgrazia, quest’uomo aveva la barba blu e ciò lo rendeva così brutto e spaventoso che non c’era ragazza o maritata la quale, vedendolo, non fuggisse per la paura. Una sua vicina, dama molto distinta, aveva due figliole belle come il sole. Egli ne chiese una in matrimonio, lasciando alla madre la scelta di quella che avesse voluto dargli. Ma nessuna delle due ne voleva sapere, e se lo rimandavano l’una all’altra, non potendo risolversi a sposare un uomo il quale avesse la barba blu. Un’altra cosa poi a loro non andava proprio a genio: era ch’egli aveva già sposato parecchie donne, e nessuno sapeva che fine avessero fatto. […]

Non era buona a nulla. Una fiaba di Christian Andersen

Non era buona a nulla. Una fiaba di Christian Andersen
Fiabe

 
 
00:00 / 23:39
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Il giudice stava affacciato alla finestra, con i polsini inamidati, una spilla sullo sparato della camicia e tutto ben rasato; si era rasato lui stesso e in realtà si era fatto un tagliettino, ma lo aveva già coperto con un pezzetto di giornale.
“Senti, ragazzo!” chiamò.
Il ragazzo non era altri che il figlio della lavandaia, che stava passando di lì. Rispettosamente, si tolse il berretto, che si poteva piegare e era fatto apposta per essere messo in tasca. In quei vestiti miseri, ma puliti e rattoppati con cura, ai piedi pesanti zoccoli di legno, il ragazzo se ne rimaneva rispettosamente fermo come si fosse trovato davanti al re in persona. […]

Scarpette Rosse. Una fiaba di Christian Andersen. * da 8 anni

Scarpette Rosse. Una fiaba di Christian Andersen. * da 8 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 22:19
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

* dai nove anni in su

C’era una volta una bambina tanto graziosa e delicata, ma che d’estate andava in giro sempre a piedi nudi, perché era povera, e d’inverno calzava zoccoli di legno così grandi che il collo dei suoi piedini diventava tutto rosso e faceva pena a guardarlo.
Nel centro della città abitava la vecchia madre del calzolaio, che cucì, come meglio potè, un paio di scarpette con vecchie strisce di cuoio rosso. Le scarpe erano un po’ goffe, ma l’intenzione era buona: le avrebbe date alla bambina, che si chiamava Karen. […]

Il prode piccolo sarto. Una fiaba dei fratelli Grimm

Il prode piccolo sarto. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 20:21
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Una mattina d’estate, un piccolo sarto sedeva al suo tavolo, davanti alla finestra, e cuciva.
Giù per la strada arrivava una contadina venditrice:
-Marmellata buona! Marmellata buona!
Il piccolo sarto si affacciò alla finestra e chiamò la contadina:
-Quassù, brava donna! Mi piacerebbe comprare un po’ della vostra marmellata, venite su.
La donna salì, aprì la sua cesta e il piccolo sarto comprò il suo gustosissimo vasetto di marmellata.
-Che Dio benedica la mia marmellata- disse il piccolo sarto -e mi dia forza e vigore!- […ˆ

Cappuccetto Rosso e il Lupo cattivo, una fiaba dai fratelli Grimm

Cappuccetto Rosso e il Lupo cattivo, una fiaba dai fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 14:33
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta una dolce bimbetta, così bella e dolce che solo a vederla le volevano tutti bene, specialmente la nonna che non sapeva più che cosa regalarle. Una volta le regalò un cappuccetto di velluto rosso, e poiché le donava tanto, la dolce bimbetta non volle portare altro. Da allora la chiamarono sempre Cappuccetto Rosso.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cappuccetto-rosso-600.jpg

Mignolina. Una fiaba di Christian Andersen

Mignolina. Una fiaba di Christian Andersen
Fiabe

 
 
00:00 / 27:51
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta una donna che desiderava molto avere una bambina, ma non sapeva come ottenerla; così un giorno andò da una vecchia strega e le disse: «Desidero dal profondo del cuore avere una bambina, mi vuoi dire come posso fare per averla?».
«Sì, posso aiutarti» disse la strega. «Questo è un granello d’orzo, ma non è di quelli che crescono nei campi del contadino e neppure di quelli che mangiano i polli; mettilo in un vaso e vedrai cosa succederà!» […]

Fratellino e Sorellina. Una fiaba dei Fratelli Grimm

Fratellino e Sorellina. Una fiaba dei Fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 20:08
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’erano una volta due poveri bambini, Erano rimasti soli al mondo con la loro matrigna. Un giorno il fratellino disse: – Sorellina mia, da quando la mamma non c’è più abbiamo sofferto tanto. La matrigna è una donna malvagia, ci picchia ogni giorno, il pane che ci dà è tutto ammuffito, persino il nostro cagnolino sta meglio di noi. Basta, ce ne andremo in giro per il mondo. […]

Il Calzolaio povero e gli Gnomi. Una fiaba dei fratelli Grimm

Il Calzolaio povero e gli Gnomi. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 8:30
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Una fiaba adottata da Viviana Maxia

Un calzolaio, senza che avesse colpa, era diventato povero. Ma così tanto povero che non gli restava altro se non un pezzetto di cuoio, giusto giusto forse per fabbricare un paio di scarpe.
Una sera tagliò quel misero pezzo di cuoio, lo preparò per fare le sue ultime scarpe pensando che il giorno dopo le avrebbe cucite, e se ne andò a dormire sereno e tranquillo.
Il mattino dopo volle mettersi al lavoro; ma, ecco che le scarpe erano belle e già pronte sulla tavola. Il povero calzolaio non seppe che dire dalla meraviglia e, quando si avvicinò per guardarle meglio, vide che erano fatte in modo perfetto. […]

adotta anche tu una storia orfanella

L’acqua della vita. Una fiaba dei fratelli Grimm

L’acqua della vita. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 17:58
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un re che era ammalato, e più nessuno ormai credeva che potesse vivere ancora. I suoi tre figli, che erano molto addolorati, scesero a piangere nel giardino del castello. Là incontrarono un vecchio che domandò loro il perché‚ di tanto dolore. Gli raccontarono che il padre era così ammalato che presto sarebbe morto, poiché‚ nulla poteva giovargli. Il vecchio disse: -Io conosco un rimedio: l’acqua della vita; se la beve, guarirà. Ma, è difficile da trovare-. Il maggiore disse: -La troverò-. […]

La Bella addormentata nel bosco, Rosaspina. Una fiaba dei fratelli Grimm

La Bella addormentata nel bosco, Rosaspina. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 11:06
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Alessandra Atzori, Genitore Adottivo, sostiene La Bella addormentata nel bosco, Rosaspina.

C’era una volta un re e una regina che ogni giorno dicevano: “Ah, se avessimo un bambino!” Ma il bambino non veniva mai. Un giorno, mentre la regina faceva il bagno, ecco che un gambero saltò fuori dall’acqua e le disse: “Il tuo desiderio sarà esaudito: darai alla luce una bambina.” La profezia del gambero si avverò e la regina partorì una bimba così bella che il re non stava più nella pelle dalla gioia e ordinò una gran festa. […]

Il blog di Alessandra Atzori: Musicamore
Il mio blog, il mio diario. Parlo del mio lavoro di artista, di insegnante di canto, ma anche di tutte le mie passioni come il teatro di prosa, la danza, la poesia, la letteratura,la pittura, il cinema, l’artigianato, e tutto ciò che è bellezza e da gioia. Alessandra

Hansel e Gretel, una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni

Hansel e Gretel, una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 19:49
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Davanti a un grande e sperduto bosco abitava un povero taglialegna che non aveva di che sfamarsi E riusciva a stento a procurare il pane per sua moglie e i suoi due bambini: Hänsel e Gretel.
Infine giunse un tempo in cui non poté più provvedere neanche a questo e non sapeva più come fare per sfamarli.
Una sera la moglie gli disse:
“Ascolta marito mio, domattina all’alba prendiamo i due bambini, diamo a ciascuno un pezzetto di pane e portiamoli fuori in mezzo al bosco; accenderemo loro un fuoco, poi andremo via e li lasceremo soli laggiù. Non possiamo nutrirli più a lungo.” […]

09-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Nona Puntata

09-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Nona Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 24:13
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

NONA PUNTATA
L’avanzata di Re Serse. La distruzione di Atene. La battaglia di Salamina, il disordine e il destino. Il coraggio e la temerarietà di Artemisia: il consiglio. La disfatta dei Persiani. La fuga e il ritorno in patria di Serse. Il sacrificio dei soldati Persiani. La terribile vendetta dell’eunuco Ermotimo. La battaglia di Platea. Intrighi e ultime vicende alla corte di Re Serse. Rapimenti e vendette.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa. Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare/vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

08-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Ottava Puntata

08-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Ottava Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 16:23
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

OTTAVA PUNTATA
Il re persiano Serse prosegue la volontà del padre Dario: conquistare la Grecia. Preparazione della spedizione militare dell’esercito Persiano. Costruzione del ponte per attraversare l’Ellesponto (stretto dei Dardanelli): primi fallimenti. La punizione del mare con ferro rovente e catene. La traversata del ponte: a fantastica e visionaria illustrazione degli eserciti alleati. La battaglia delle Termopili, il sacrificio di Leonida e i suoi trecento soldati.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa. Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare/vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

07-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Settima Puntata

07-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Settima Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 15:26
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

SETTIMA PUNTATA
I Peoni, la rivolta ionica. Traditori di Dario e tradimenti. Chiedere pane e acqua, sottomissione. Si può ingannare un popolo, meglio che un uomo solo. La attaglia di Maratona. Spartani e le mancate battaglie.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa. Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare/vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

06-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Sesta Puntata

06-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Sesta Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 17:52
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

SESTA PUNTATA
L’Arabia e le sue straordinarie ricchezze: l’incenso e le spezie. Strane lucertole volanti. Come i cuccioli d’animali vendicano i loro padri. Sciti, sacrifici e usanze guerriere. La concia della pelle umana. Le tombe dei re Sciti, la sepoltura e la purificazione. Il popolo immortale dei Geti. Alla conquista degli Sciti, l’ultima battaglia per un coniglio.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa. Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare/vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

05-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Quinta Puntata

05-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Quinta Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 21:12
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

QUINTA PUNTATA
Altri re d’Egitto: Rampsinito, il suo immenso tesoro e il ladro scaltro. Cheope e le grandi Piramidi, un popolo in schiavitù, il sacrificio della prima figlia. Micerino e la sua preziosa e amata figliuola. Altri re d’Egitto. Persiani e la sconfitta dei Magi. Come Dario diventò re dei Persiani. L’immenso regno di Dario. Gli indiani, usi e costumi. I mangiatori d’uomini. I primi vegani della storia. Le formiche giganti e la caccia all’oro.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa. Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare/vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

04-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Quarta Puntata

04-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Quarta Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 17:09
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

QUARTA PUNTATA
Egitto, l’arte del desinare e della medicina. Le usanze funebri. L’arte dell’imbalsamazione, le sue tecniche e le differenti categorie sociali, precauzioni. Il defunto in pegno. Altri re egiziani: Sesostri e la fuga dal fuoco; Ferone il re cieco e il presagio d’una moglie infedele. La vera storia del rapimento di Elena.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa: dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare e vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo, oggi fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti a volte immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

03-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Terza Puntata

03-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Terza Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 15:55
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

TERZA PUNTATA: Il popolo Egiziano. Origini ed esperimenti d’antropologia sul popolo più antico della terra. Usi e costumi. Il mistero del dio fiume Nilo, la sua origine e le sue vicende al cospetto del Sole. Le imbarazzanti teorie di una terra presumibilmente rotonda. Il mondo degli animali sacri, la comparsa della misterioso uccello della fenice e il suo lungo viaggio per la sepoltura del padre.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa: dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare e vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo, oggi fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti a volte immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

02-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Seconda Puntata

02-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Seconda Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 16:45
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

SECONDA PUNTATA
Alla scoperta delle meraviglie di Babilonia, usi e costumi. Il popolo dei massageti e la regina Tomiri. Il terribile destino di Ciro che non volle ascoltare i consgili della regina dei Massageti.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa: dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare e vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo, oggi fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti a volte immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

Il bambino prepotente. Una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni

Il bambino prepotente. Una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 4:44
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un bambino cattivo e prepotente. Non aveva il minimo rispetto né riguardo per chiunque gli stesse intorno. Il suo papà e la sua mamma avevano fatto tutto quello che abbisognasse per una buona educazione. Ma non ci fu niente da fare. Il bambino capriccioso non obbediva affatto. Il papà lo esortava al rispetto dei suoi compagni di scuola, come di chiunque fosse rispettoso ed educato con lui, ma egli rispondeva con delle smorfie e brutte, bruttissime, parole; che a dirle qui persino io ne proverei vergogna. Insomma, pareva fosse la sua natura, quello di essere un bambino cattivo e prepotente. […]

01-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Prima Puntata

01-Erodoto. Se una notte, viaggi nella storia di un mondo sconosciuto – Prima Puntata
Erodoto se una notte viaggi nella s...

 
 
00:00 / 22:42
 
1X
 

Traduzione di Patrizia Mureddu
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

PRIMA PUNTATA
Prologo, perché Greci e Persiani si fecero guerra – Lidi, Gige e il Re Candaule – Persiani & Assiri, usi e costumi, – L’incredibile leggenda del Re Ciro e di suo nonno Astiage.

Nove appuntamenti di viaggi narrati dal primo testimone della storia. Un’avventura straordinaria in quel mondo ancora sconosciuto di migliaia di anni fa: dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane. Possiamo ascoltare e vedere con gli occhi di Erodoto, per la prima volta, quel mondo, oggi fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti a volte immersi nello stupore degli usi, costumi, monumenti, animali e piante dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare. Un mondo tra realtà, mito e fantastiche vicende.

Le altre puntate delle Storie di Erodoto

04 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Guerra. Capitolo quarto

04 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Guerra. Capitolo quarto
Mitologia

 
 
00:00 / 31:47
 
1X
 

Drammaturgia e messa in voce di Gaetano Marino.
Musiche dei TAC – Simon Balestrazzi.

Storia della guerra delle guerre dove mito e storia si confondono. Intrighi e menzogne che porteranno ad una lotta sanguinaria tra Greci e Troiani, in cui troveranno morte migliaia e migliaia di uomini di entrambi gli schieramenti. Una guerra che durerà dieci lunghissimi anni. Ogni evento, ogni destino di eroi e re sarà determinato da un’altra guerra: quella tra dei e dee. Esseri immortali che domineranno incontrastati. Entità imprevedibili, feroci, invidiosi, infidi, dispettosi, che giocheranno con la vita degli uomini ridotti a semplici burattini.

Gli altri capitoli

03 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Il rapimento di Elena. Capitolo terzo

03 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Il rapimento di Elena. Capitolo terzo
Mitologia

 
 
00:00 / 34:56
 
1X
 

Drammaturgia e messa in voce di Gaetano Marino.
Musiche dei TAC – Simon Balestrazzi.

Storia della guerra delle guerre dove mito e storia si confondono. Intrighi e menzogne che porteranno ad una lotta sanguinaria tra Greci e Troiani, in cui troveranno morte migliaia e migliaia di uomini di entrambi gli schieramenti. Una guerra che durerà dieci lunghissimi anni. Ogni evento, ogni destino di eroi e re sarà determinato da un’altra guerra: quella tra dei e dee. Esseri immortali che domineranno incontrastati. Entità imprevedibili, feroci, invidiosi, infidi, dispettosi, che giocheranno con la vita degli uomini ridotti a semplici burattini.

Gli altri capitoli

02 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Il giudizio di Paride. Capitolo secondo

02 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Il giudizio di Paride. Capitolo secondo
Mitologia

 
 
00:00 / 29:06
 
1X
 

Drammaturgia e messa in voce di Gaetano Marino.
Musiche dei TAC – Simon Balestrazzi.

Storia della guerra delle guerre dove mito e storia si confondono. Intrighi e menzogne che porteranno ad una lotta sanguinaria tra Greci e Troiani, in cui troveranno morte migliaia e migliaia di uomini di entrambi gli schieramenti. Una guerra che durerà dieci lunghissimi anni. Ogni evento, ogni destino di eroi e re sarà determinato da un’altra guerra: quella tra dei e dee. Esseri immortali che domineranno incontrastati. Entità imprevedibili, feroci, invidiosi, infidi, dispettosi, che giocheranno con la vita degli uomini ridotti a semplici burattini.

Gli altri capitoli

01 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Nascita della città e dei suoi re. Capitolo primo

01 – Alla più bella, nascita e sorte della città di Troia. Nascita della città e dei suoi re. Capitolo primo
Mitologia

 
 
00:00 / 23:59
 
1X
 

Drammaturgia e messa in voce di Gaetano Marino.
Musiche dei TAC – Simon Balestrazzi.

Storia della guerra delle guerre dove mito e storia si confondono. Intrighi e menzogne che porteranno ad una lotta sanguinaria tra Greci e Troiani, in cui troveranno morte migliaia e migliaia di uomini di entrambi gli schieramenti. Una guerra che durerà dieci lunghissimi anni. Ogni evento, ogni destino di eroi e re sarà determinato da un’altra guerra: quella tra dei e dee. Esseri immortali che domineranno incontrastati vita e morte.
Entità imprevedibili, feroci, invidiosi, infidi, dispettosi, che giocheranno con la vita degli uomini ridotti a semplici burattini.

Gli altri capitoli

Prometeo, l’amico degli uomini, la punizione di Zeus e il dono di Pandora

Prometeo, l’amico degli uomini, la punizione di Zeus e il dono di Pandora
Mitologia

 
 
00:00 / 18:08
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Tra gli uomini, viveva Prometeo, che in greco vuol dire “uomo che prevede”. Prometeo non era proprio un uomo, perché era figlio di Titani (Giapeto e Climene, o forse era Asia, figlia di Oceano) e dunque Titano lui stesso. Di lui si raccontano molte storie e tutte dimostrano che fosse assetato di conoscenza e con un gran desiderio di far uscire il genere umano dalla condizione un po’ animalesca in cui viveva. E per fare questo, finiva sempre con lo sfidare Zeus o, comunque, col farlo arrabbiare. E Zeus, quando si arrabbiava, non era uno che faceva la faccia brutta e poi gli passava. No. Zeus era uno che ci andava giù pesante e si vendicava senza pietà!

Storia della fuga del principe Troiano Enea e della regina di Cartagine Didone. Mitologia

Storia della fuga del principe Troiano Enea e della regina di Cartagine Didone. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 17:43
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] Intanto si videro nelle strade fiumi di sangue scorrere. I guerrieri greci furono spietati e uccidevano con una ferocia inaudita. Avevano un rabbia che si portava dentro, implacabile, dieci anni di guerra, di morti e dispersi, per questo non vollero dare scampo, nessuna pietà. Sapevano che quella era la battaglia della vittoria finale. L’ordine era: uomini e bambini dovranno essere trafitti a morte, fatti a pezzi, e le donne incatenate, fatte schiave e rapite. I Troiani in fuga, che avevano seguito l’ordine di Enea, si ritrovarono in riva al mare, in mezzo a molti altri uomini e donne e bambini. Arrivato anche lui al mare, il principe Enea depose a terra il padre Anchise, mentre il piccolo figliuolo Ascanio, obbediente agli ordini del padre, non disse una sola parola. […]

Storia di un cavallo di legno. Mitologia

Storia di un cavallo di legno. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 19:02
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] In una delle tante di queste giornate, d’improvviso, il generale greco, il re di Itaca, Ulisse, conosciuto uomo astuto e sapiente, ebbe un’idea straordinaria. Accadde mentre attraversava pensieroso il campo greco, al primo mattino, in attesa dell’inutile battaglia del giorno. Egli vide alcuni bambini, figli di soldati, che giocavano con alcuni balocchi. Uno di questi era un cavalluccio di legno, uno dei tanti, che i fanciulli si portavano in giro, adagiati su delle ruote di legno. Vi trasportavano dentro pure qualche pietruzza colorata, come fosse un tesoro. Avevano, infatti, scavato all’interno del cavalluccio di legno, proprio nel ventre, un foro ben nascosto, dove deposero i loro segreti tesori. […]

La fanciulla senza mani. Una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni

La fanciulla senza mani. Una fiaba dei fratelli Grimm. * da 8 anni
Fiabe

 
 
00:00 / 22:15
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Un mugnaio era caduto a poco a poco in miseria e non aveva più nulla all’infuori del suo mulino e, dietro, un grosso melo. Un giorno che era andato a far legna nel bosco gli si avvicinò un vecchio e gli disse: -Perché‚ ti affanni a spaccar legna? Io ti farò ricco, se in cambio mi prometti quello che c’è dietro al tuo mulino; fra tre anni verrò a prenderlo-. “Che altro può essere se non il mio melo?” pensò il mugnaio; così acconsentì e s’impegnò per iscritto con lo sconosciuto, che se ne andò ridendo. […]

Mida, triste storia di un re avido e prepotente. Mitologia

Mida, triste storia di un re avido e prepotente. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 14:20
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] E mentre tornava a palazzo fischiettando, staccò un ramoscello da un cespuglio, subito quello divenne oro. Raccolse una pietra da terra e quella divenne oro. Prese una manciata di terra e quella divenne d’oro. Attraversò un campo di grano, raccolse qualche spiga e subito quelle divennero d’oro. Strinse un frutto raccolto da un albero e quello divenne oro. Ogni cosa insomma diveniva d’oro. Il dono del dio Dioniso si stava avverando. Re Mida gridò dalla gioia. Persino ad una fonte, mentre si lavava le mani, riuscì a trasformare in oro il ruscello d’acqua. […]

Alcione, la figlia del vento. Mitologia

Alcione, la figlia del vento. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 5:59
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] Eolo, il dio dei venti aveva una figlia che si chiamava Alcione; era una bella ragazza, quasi come era stato un bel ragazzo Giacinto. Anche lei, come Apollo, desiderava un mortale più di tutti gli dei messi insieme. Era un giovane marinaio di nome Ceice, e la fanciulla tanto fece finchè lo sposò. Un giorno Ceice partì per il mare, per andare a consultare l’oracolo di Apollo.
Nel viaggio di ritorno si scatenò una violenta tempesta, e la nave su cui si trovava l’amatissimo marito di Alcione affondò. […]

Il principe Demofonte, ad un passo dall’immortalità. Mitologia

Il principe Demofonte, ad un passo dall’immortalità. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 7:29
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] Così decise, li per li, che il mondo non avrebbe mai perduto il principe Demofonte. Anche se questo andava contro le leggi del cielo, lei l’avrebbe reso immortale!
Demetra, le cui mani potevano far crescere tutte le piante dal seme al fiore, conosceva tutti i misteri della vita e della morte. Ma per dare immortalità a un mortale ci voleva tempo. Ogni notte la dea accendeva un fuoco con la legna raccolta, poi sollevava Demofonte dalla culla e lo posava, piano piano, sul fuoco magico. Il piccolo non si muoveva nemmeno. Dopo pochi minuti lo rimetteva nel suo lettino, spolverandogli la fuliggine dagli abiti con le dita leggere come ali di farfalla. […]

Dioniso, il dio del delirio. Mitologia

Dioniso, il dio del delirio. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 17:58
 
1X
 

Scritto e messo in voce da Gaetano Marino

L’impetuoso avvento del dio Dioniso fu rappresentato da un’immagine enigmatica, in cui appare uno sguardo stupito e beffardo, la bocca è spalancata. Ogni tratto mostra inquietudine e ambiguità avvolti in uno sfrenato delirio mistico. Quest’immagine decretò per la prima volta l’apparizione della maschera: nascondere la verità e l’assurdo della finzione. Dioniso, il dio incomprensibile e ammaliante, si faceva beffe di ogni ordinamento e convenzione, sconvolgeva le coscienze, sgretolava regole e inibizioni riconducendo gli uomini, attraverso il delirio, al loro stato di purezza primordiale. Ma chi era, e cosa combinò questo dio, adorato e temuto, e che sconvolse ogni regola? […]

L’astuto Odisseo e l’inganno di Nessuno contro il ciclope Polifemo. Mitologia

L’astuto Odisseo e l’inganno di Nessuno contro il ciclope Polifemo. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 24:26
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Odisseo e i suoi uomini erano giunti nell’isola di Sicilia: il regno delle ninfe, e dei ciclopi.
Le Ninfe erano dolci immortali fanciulle, protettrici dei boschi, delle acque e della natura. La dea loro protettrice era Artemide, la regina della caccia e dei boschi. La natura delle Ninfe era la riservatezza, e nello stupore osservavano un grande silenzio.  I Ciclopi erano l’opposto. Erano giganti. Irascibili e terribili giganti: bruti, rozzi, spietati e primitivi.
Di quattro di loro si sapeva il nome: – Bronte – Sterope – Arge e… Polifemo che era il più grande, e il più mostruoso.
I ciclopi avevano un unico occhio in mezzo alla fronte dominato e sovrastato da un folto e irsuto sopracciglio. Tutti vivevano di allevamento di percore, e non amavano stare in comunità, tranne che con la stretta famiglia.

Perseo e il mostro Medusa. Mitologia.

Perseo e il mostro Medusa. Mitologia.
Mitologia

 
 
00:00 / 24:42
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] E sfidò Perseo a superare la prova più difficile che si potesse immaginare. «Ti sfido a portarmi la testa di Medusa» disse al giovane. Un tempo Medusa era stata una ragazza molto bella, ma tanto superba da raccontare in giro che nemmeno le dee dell’Olimpo erano belle come lei. Gli dèi l’avevano sentita e per punirla l’avevano trasformata in una Gorgone, un mostro con serpenti al posto dei capelli e uno sguardo mortale: chi la guardava diventava di pietra. Perseo cadde nella trappola del re: «Parto subito!» gridò. […]

A giocare col bastone. Di Gianni Rodari

A giocare col bastone. Di Gianni Rodari
Fiabe

 
 
00:00 / 6:27
 
1X
 

Messa in voce di Gaetano Marino

Un giorno il piccolo Claudio giocava sotto il portone, e sulla strada passò un bel vecchio con gli occhiali d’oro, che camminava curvo, appoggiandosi a un bastone, e proprio davanti al portone il bastone gli cadde.
Claudio fu pronto a raccoglierlo e lo porse al vecchio, che sorrise e disse:
Grazie, ma non mi serve. Posso camminare benissimo senza. Se ti piace, tienilo.
E senza aspettare risposta si allontanò, e pareva meno curvo di prima. […]

Atreo e Tieste, due fratelli e il loro odio. Mitologia

Atreo e Tieste, due fratelli e il loro odio. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 9:18
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Parecchi anni fa, in un antico paese, vivevano due fratelli. Uno si chiamava Tieste e l’altro, che aveva sposato la figlia di un re, si chiamava Atreo.
Atreo e Tieste si odiavano a morte perché Tieste aveva rubato al re Atreo la moglie, e Atreo aveva cacciato di casa il fratello traditore. Tieste vagabondava per il mondo, senza una casa e senza una famiglia. Ma ad Atreo non bastava. Il suo odio non gli dava pace e voleva una vendetta crudele.

Aurora e Titone, l’eterno esodo degli amanti. Mitologia

Aurora e Titone, l’eterno esodo degli amanti. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 4:24
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Aurora si innamora di un comune mortale, Titone, eroe troiano. Ella chiede a Zeus l’immortalità per il suo giovane amore; ma, nel fare questa richiesta dimentica di chiedere anche per Titone l’eterna giovinezza. Errore fatale e tragico, quanto gli dei siano dispettosi e beffardi. Titone comincia ad invecchiare, fino a che la dea non lo abbandona al suo eterno destino. Narrano che l’immortale uomo, nel tempo si sia trasformato in cicala.

Orfeo e la sua Euridice. Mitologia

Orfeo e la sua Euridice. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 5:16
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

[…] Al giovane fu data in sposa la splendida ninfa Euridice ed Orfeo l’amava talmente tanto che nessuna felicità poteva paragonarsi a quella dei due giovani sposi di Tracia. Ma un giorno che la ninfa correva spensierata per la campagna, una vipera nascosta nell’erba, la morse e la povera Euridice morì , uccisa dal veleno del serpente. Inutilmente Orfeo cercò di placare il suo immenso dolore, errando per i boschi e per le montagne con la sola compagnia della sua lira; nulla poteva fargli dimenticare il volto dolcissimo della sua amata sposa. Egli volle allora andarla a cercare nelle oscure caverne dei Morti. […]

Teseo, Arianna, e un filo. Mitologia

Teseo, Arianna, e un filo. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 11:24
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un re di nome Minosse, che regnava sull’isola di Creta. Il re aveva un figlio di nome Androgeo e una figlia di nome Arianna. Androgeo. Già a quel tempo ogni quattro anni si svolgevano i giochi olimpici: Androgeo ottenne dal padre il permesso di parteciparvi. Poiché era giovane, forte e coraggioso, abilissimo in tutti gli sport, vinse tutte le gare. In questo modo si attirò l’invidia e la geosia dei giovani atleti ateniesi, e un brutto giorno…[…]

Narciso, storia di un fanciullo che amava troppo se stesso – Mitologia

Narciso, storia di un fanciullo che amava troppo se stesso – Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 10:15
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Storia di un fanciullo che amava troppo se stesso…

L’Apollonia della marmellata. Di Gianni Rodari

L’Apollonia della marmellata. Di Gianni Rodari
Fiabe

 
 
00:00 / 5:29
 
1X
 

Messa in voce di Gaetano Marino

A Sant’Antonio, sul Lago Maggiore, viveva una donnina tanto brava a fare la marmellata, così brava che i suoi servigi erano richiesti in Valcuvia, in Valtravaglia, in Val Dumentina e in Val Poverina. La gente, quand’era la stagione, arrivava da tutte le valli, si sedeva sul muricciolo a guardare il panorama del lago, coglieva qualche lampone dai cespugli, poi chiamava la donnina della marmellata:
Apollonia! – Che c’è?
Me la fareste una marmellata di mirtilli?
Eccomi. […]

Ares, il potente dio della guerra. Mitologia

Ares, il potente dio della guerra. Mitologia
Mitologia

 
 
00:00 / 13:51
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Quella notte stessa Era restò incinta di Ares. Un altro maschietto. Era lo guardò subito con sospetto e prevenuta, non sia mai che faccia due. Ma questa volta pareva tutto apposto. Il capitolo Efesto, figlio ingrato, era messo da parte, finalmente. Ora aveva un nuovo erede, che dava ad Era lo stato di regina madre insostituibile. E suo figlio era forte, bello, allegro e… Piantagrane. […]

I pescatori che pescarono pietre. Una favola di Fedro

I pescatori che pescarono pietre. Una favola di Fedro
Favole

 
 
00:00 / 2:25
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Vista la mutevolezza della vita, non rallegriamoci eccessivamente di una condizione stabile, ma piuttosto consideriamo che dopo molta “bonaccia” si possa scatenare anche la tempesta.

Vista la mutevolezza della vita, non rallegriamoci eccessivamente di una condizione stabile, ma piuttosto consideriamo che dopo molta “bonaccia” si possa scatenare anche la tempesta.

Il vecchio Lampione e i suoi amici. Una fiaba di Hans Christian Andersen

Il vecchio Lampione e i suoi amici. Una fiaba di Hans Christian Andersen
Fiabe

 
 
00:00 / 24:17
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Era un buon vecchio lampione, che per moltissimi anni aveva prestato servizio, ma ora doveva essere scartato. Eppure, anche i vecchi lampioni sognano ricordi sperando di non finire la loro vita in una fonderia. Attendono vecchi amici, che si prendano cura della loro vecchiaia. E nelle fiabe, si sa, tutto può accadere.

Pollicino. Una fiaba dei fratelli Grimm

Pollicino. Una fiaba dei fratelli Grimm
Fiabe

 
 
00:00 / 20:39
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

C’era una volta un contadino povero che una sera se ne stava seduto vicino al camino ad attizzare il fuoco, mentre sua moglie filava. A un certo punto disse:
-Moglie mia, che cosa triste è non aver bambini! E’ così silenziosa la nostra casa, mentre dagli altri c’è tanto chiasso gioioso e allegria!
– Hai ragione marito mio- rispose la donna – Anche se fosse un solo bimbo, uno solo e pure se piccino piccino, dio solo sa quanto sarei contenta.
Trascorse qualche giorno e accadde che la donna cominciò a sentirsi un po’ strana, stava male ma non ne comprendeva il motivo. Saranno stati i crauti, disse il marito. Trascorsero un po’ di mesi e un bel giorno le nacque un bambino, bello da non credere, ma il fato volle che quel figliuolo fosse piccino piccino, quanto proprio un pollice, uguale. […]

Due muli e i loro mulattieri. Una favola di Fedro

Due muli e i loro mulattieri. Una favola di Fedro
Favole

 
 
00:00 / 2:20
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

La povertà a volte rende la gente sicura, mentre le grandi ricchezze a volte sono esposte a gravi pericoli.

Le rane chiedono un re. Una favola di Esopo

Le rane chiedono un re. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:40
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Quando si cerca di cambiare la propria condizione di vita bisogna essere sicuri che si cambi in meglio.

Le lepri e le rane. Una favola di Esopo

Le lepri e le rane. Una favola di Esopo
Favole

 
 
00:00 / 2:09
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Se ci guardiamo attorno, possiamo accorgerci che c’è sempre chi sta peggio di noi è che in fondo siamo fortunati, rispetto ad altri.